Benvenuti nel sito di Socrem Venezia

Benvenuti nel sito di Socrem Venezia - SOCREM Venezia

 


 

SOCREM Venezia è una società filantropica che si prefigge di divulgare il rito della cremazione senza alcun fine nè politico, nè religioso.

Sensibile alla libertà individuale, ai problemi sociali, alla sostenibilità ambientale, SOCREM Venezia   risulta già operante nel territorio veneziano dalla fine dell'ottocento

 

 


 

 

 UNA BUONA RAGIONE PER PARLARNE, UNA BUONA RAGIONE PER NON PARLARNE

 

  


 
 

" E' sorprendente e degno di riflessione: i vertiginosi cambiamenti che in questi decenni di fine millennio hanno rivoluzionato il nostro modo di stare e di concepire il mondo, hanno lasciato intatto l'interrogativo che, cinque secoli fa, l'umanista Pietro Paolo Vergerio proponeva ai suoi lettori, e probabilmente anche a se stesso.

In un suo trattatello, il dottissimo lettore dell'Università di Padova, elaborò la magnifica tesi dell'educazione come fondamento della libertà dell'uomo - pone in campo due personaggi, Senso e Ragione, i quali discutono se sia bene pensare ovvero non pensare alla morte.

L'argomentazione svolta da Senso appare lineare e ricca di persuasività. Se valesse ad evitarla, afferma Senso, converrebbe discuterne. Accertato che non serve, e siamo liberi di dare ai nostri discorsi il tema che preferiamo, meglio non parlarne affatto. Al contrario, ribatte Ragione, con altrettanta convincente chiarezza: non potendo in alcun modo sconfiggerla e nemmeno differirla, pernsiamoci, parliamone liberamente. Così potremo se non altro familiarizzarci con l'idea e riuscire forse a non temerla troppo, quando ci troveremo a tu per tu con essa. E siamo ad oggi. A distanza di secoli, come si diceva, il medesimo dilemma si trova sospeso nella nostra cultura e all'interno della nostra coscienza, tale e quale l'ha posto lucidamente il Vergerio. Un atteggiamento collettivo concorde e stabile manca. Molti si adunano nel campo di Senso e per essi, tutto ciò che evoca la morte va immediatamente bandito dalla vista, dalla parola, e prima ancora, dal pensiero. La morte è sempre orrore, scandalo e forse anche qualcosa di occultamente contaminante.

Altri invece si ritrovano sotto il vessillo di Ragione, e anche senza portarla a pranzo e a cena, con l'idea della morte preferiscono intrattenere una certa relazione, che se proprio non si tingerà di simpatia, almeno saprà di quella semplicità e dimestichezza di modi, che le lunghe frequentazioni intellettuali riescono, talvolta, a creare.

Altri ancora, e forse non sono pochi, passano da una fazione all'altra, a seconda delle esperienze, dell'età, e di quei mutevoli stadi dell'animo, che spesso sono il bello e il brutto, ma anche il sale del vivere quotidiano.

Lungo quali vie uno approdi a questa o quella scelta, è cosa per lo più oscura, iscritta a caratteri invisibili nella storia di ognuno di noi.  Ciascuno ha il diritto di cercare i sentieri meno penosi, per giungere alla nrealtà ultima che lo attende. Se gli parrà di sollievo non darsene pensiero, che la scelta gli sia propizia.

All'opposto, per molte ragioni cui la Ragione di Vergerio solo allude, noi siamo del parere che pensarci possa essere, alla fin fine, conveniente.

Codesto segno linguistico suonerà un po' terragno, in un discorso che si amerebbe all'altezza del tema, alto e severo. Esso tuttavia non cade qui per caso, perchè vuol esprimere realisticamente la disarmata consapevolezza che lega, ha legato e legherà tutti noi, della Società veneziana per la cremazione.

E valga il vero: nessuna supponenza, nessun particolare stoicismo nei riguardi di quell'evento, che Gesù stesso, nel Getsemani, ha vissuto co  angoscia.

Ma ugualmente, nessuna remora a discutere e all'occasione anche scrivere intorno alla fatale oscurità, grazie alla quale il giovane faraone Ekhnaton scopriva - per contrasto - la divina bellezza del Sole e della gioia di vivere."

 

 

 

testo tratto da  :

"DAL PUNTO DI VISTA DELLA SOCIETA' VENEZIANA PER LA CREMAZIONE  AL 113°ANNO DI VITA"

Dott. Antonio Lucio Polo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La musica che state ascoltando è:

 

J. S. Bach  Adagio in la minore BWV 564

organista G. di Mare, sassofonista S. Tempio

 

 - SOCREM Venezia

La cremazione il piu' moderno dei riti antichi: semplice, economica, igienica la cremazione si propone al cittadino come scelta valida  rispondente oggi alle esigenze  sempre piu' crescenti di miglior gestione cimiteriale.

COSTI DI CREMAZIONE

Socrem Venezia applica le tariffe fissate dal Comune di Venezia; per la cremazione con lo zinco, bisogna telefonare in segreteria ( dalle 8,30 alle 13.00 allo 041-5224770) per fissare giorno ora e verificare la tariffa. Se la chiamata avviene nel pomeriggio si puo' lasciare un messaggio alla segreteria telefonica con il nome ed il numero di telefono e sarà cura della segretaria richiamare il prima possibile.

Socrem non fa pagare la cremazione dei bambini 

SOCREM Venezia fin dal 1887 è a servizio dei propri soci e dei cittadini gestendo il recinto XVII presso il Cimitero di San Michele in isola con i propri impianti di cremazione.

 - SOCREM Venezia

IL RECINTO XVII PRESSO IL CIMITERO DI SAN MICHELE IN ISOLA A  VENEZIA

 - SOCREM Venezia

IL TEMPIO : CONTENUTO SPAZIO DI RACCOGLIMENTO E DI PREGHIERA ILLUMINATO DA SOLARI  LUCERNAI A SOFFITTO NEL CUI INTERNO SONO CONSERVATI LOCULI STORICI 

 

SOCREM Venezia

non esiste separazione definitiva fino a quando c'è il ricordo